IL PUBBLICO DI OUTDOOR GOES BEYOND

IL PUBBLICO DI OUTDOOR GOES BEYOND

BEYOND: è stato interpretato dagli artisti, i musicisti che stiamo ospitando lo sperimentano ogni weekend, gli ospiti delle nostre conferenze ci stanno dicendo la loro a proposito… in fondo, andare al di là è, forse, la sfida che come esseri umani più ci riguarda e che, dalle piccole alle grandi sfide, ci troviamo ad affrontare quotidianamente.

Outdoor non si pone nessun limite e nessuna univocità su come affrontare questo tema, declinandolo nelle sue mille sfaccettature e con i più diversi linguaggi. L’interpretazione è libera, come libero è il ragionamento che vorremmo suscitare.

Dunque, questa settimana, siamo stati curiosi di sapere quali fossero le vostre piccole o grandi battaglie quotidiane, i vostri piccoli o grandi ostacoli che vorreste o che cercate ogni giorno di superare. Vi abbiamo chiesto cosa vuol dire per voi andare al di là dei limiti e quali sono quelli oltre i quali vorreste andare...

Ecco il “beyond” di una parte del pubblico di Outdoor.

Augusta ci racconta cos’è per lei avventurarsi in terreni sconosciuti: “sento che la capacità di andare oltre i limiti si fondi sulla capacità di conoscere i propri. Come persona posso sentire che superare il limite rappresenti la capacità di andare oltre quelli che percepisco come aspetti noti di me ma che mi costringono. Anche a livello sociale… l’uomo si trova ad affrontare problemi che pongono interrogativi sui limiti della scienza, ricerca, economia e sarebbe importante porsi il problema di come certi modelli che vengono visti come assoluti potrebbero, invece, essere superati. Io personalmente vorrei sapermi interrogare ed essere capace di rispondermi per andare oltre!”.

C’è stato poi chi, pur volendo essere svincolato da alcune costrizioni, si sofferma sulla necessità di alcuni limiti. Amalia ci parla di come, a volte, siano necessari per vivere in un certo equilibrio: “I limiti sono la rete entro la quale ognuno di noi si muove: composta da lavoro, amici, famigliari che, in un modo o nell’altro, influiscono nella nostra vita e ci pongono dei limiti, come noi del resto ne poniamo agli altri. Certo mi piacerebbe essere svincolata da tutti quegli impegni sociali che sembrano dovuti. Penso, infatti, che la maggiore ricchezza per l’uomo sia la libertà! Tuttavia credo che ci sia un limite che non si dovrebbe oltrepassare…superarlo potrebbe voler dire ferire qualcuno o qualcosa. Il limite è una regola e, a mio avviso, spesso va rispettato perché dà la possibilità di vivere in equilibrio, nel rispetto degli altri”.

C’è poi chi è andato molto più sul concreto e, per farci capire come vorrebbe andare oltre, ci racconta delle piccole cose da cui partirebbe. Tommaso ci parla, infatti, di come, iniziare ad andare al di là da sé, potrebbe partire dall’alzarsi la mattina quando suona la sveglia, iniziare a lavorare senza temporeggiare… imparare a non rimandare insomma!

Vincenzo esprime l’altruistico desiderio di avere la capacità di influire e modificare situazioni relative a persone, migliorando la loro condizione, mentre Veronica affronta l’argomento attraverso lo sport: ci suggerisce una brillante risposta di cui condividiamo la filosofia: “nella mia vita, soprattutto grazie al nuoto, ho imparato che con dedizione, sacrificio e costanza non c’è limite che non possa essere ampiamente superato! Ovvio, se si parla di limiti oggettivi il discorso cambia… ma sono del parere che se non puoi scavalcare il muro, puoi sempre aggirarlo, demolirlo o semplicemente sfruttarlo per guardare le cose da un punto di vista migliore… in questo caso mi ci metterei sopra per ammirare il panorama al di là di esso!”

Concludiamo così l’intervista di questa settimana. Grazie per i vostri punti di vista, grazie per aver condiviso con noi alcuni dei vostri piccoli e grandi desideri!

MIXOLOGY, DEGUSTAZIONI E DJ SET: LA RICETTA DEL QUINTO SABATO DI OUTDOOR

MIXOLOGY, DEGUSTAZIONI E DJ SET: LA RICETTA DEL QUINTO SABATO DI OUTDOOR

OUTDOOR CONTINUA…IL QUARTO SABATO DEL FESTIVAL CON ITALIANISM DAY & NIGHT

OUTDOOR CONTINUA…IL QUARTO SABATO DEL FESTIVAL CON ITALIANISM DAY & NIGHT